Cosa è
E’ una normale bicicletta che ti può trasformare in un corridore professionista! La chiamano bici elettrica ma in realtà è una Mountain Bike a pedalata assistita (definita anche Pedelec o Epac – Electric Pedal Assisted Cycle), dotata di un motore centrale integrato con le pedivelle in modo da aiutare la pedalata in modo fluido e naturale.

Come funziona
L’E-Bike è dotata di un cambio meccanico che permette di regolare la velocità e lo sforzo della pedalata, esattamente come su tutte le altre MTB. In questo caso abbiamo anche la possibilità di scegliere il livello di assistenza elettrico che si adatta meglio al percorso, alla nostra preparazione atletica e alla voglia di faticare. Su un display ampio e intuitivo leggiamo tutti i dati della nostra pedalata: un comando vicino alla manopola, raggiungibile con il pollice senza sollevare la mano, ci permette di selezionare uno dei diversi livelli di assistenza.

Quanto sforzo richiede
Il motore è normalmente dotato di 3 sensori: uno per la velocità, uno per la cadenza di pedalata ed uno per lo sforzo applicato sui pedali. Il livello più basso di assistenza ci allevia lo sforzo di circa il 50%, modulando il supporto elettrico in base ai dati ricevuti dai 3 sensori. Scegliendo livelli di assistenza più spinti si può arrivare al 300%, per azzerare lo sforzo sui pedali in pianura e sfrecciare con un minimo impegno in salita!

Qual è la durata della batteria
Il prezzo da pagare se si vuole faticare poco e viaggiare veloci è la durata della batteria. Non esiste un parametro certo sul consumo: dipende dal peso del biker, da quanto si spinge sui pedali, dal livello di assistenza utilizzato, dalla pendenze del percorso, dalla temperatura …. si, anche il meteo può influire! Con un metodo empirico e semplicistico possiamo dire che l’autonomia può variare da 2 – 3 ore per 25-30 km di divertimento intenso su ripidi sentieri fino a oltre 100 km su percorsi più soft o spingendo di più sui pedali. Non c’è da preoccuparsi: il display informa in tempo reale sull’autonomia della batteria consentendo di pianificare il percorso senza rischiare di rimanere a secco. E se succedesse, l’E-Bike è una bici normalissima, solo un po’ più pesante: potremo comunque pedalare anche senza motore per tornare a casa, meglio se in discesa! La ricarica dura da 2 a 3 ore e normalmente è garantita per circa 1000 cicli senza perdere troppa autonomia: come per gli smartphone non c’è effetto memoria.

Category: